L'importanza dell'estetica del tetto nell'integrazione tra spazi produttivi e paesaggio

Il tetto è la parte dell'edificio che più contribuisce all'integrazione con il paesaggio, anche per quanto riguarda strutture produttive e luoghi di lavoro. Lo dimostra il caso della Cantina Ferghettina in Franciacorta, per cui abbiamo progettato una soluzione con tegole Coppo del Borgo.
Vista dall'alto Ferghettina

Un'attenzione architettonica agli spazi produttivi

Ancora una volta ci dedichiamo al progetto del tetto di una Cantina vinicola: sarà perché questi luoghi sono ubicati per vocazione e necessità in località suggestive, perché è sempre più ampio il pubblico che le frequenta, perché è piacevole dedicarsi al vino ed alla sua cultura, perché a questi ambienti si dedica ormai una grande attenzione architettonica. In ultimo perché ci piace evidenziare quanto anche i luoghi di lavoro abbiano una loro dignità e necessitino della stessa cura - progettuale ed esecutiva - degli altri edifici.

DETTAGLI DELL'INTERVENTO

Intervento// Ampliamento spazi produttivi


Area Geografica: Adro (Brescia)
Tipologia edificio: Cantina vitivinicola

Tipologia Tetto // Tetto a falda
Materiali
// Tegola Coppo del Borgo
(
Roccantica fiammato e Striato cotto)

La Cantina Ferghettina

Ubicata in Franciacorta, nasce nel 1990 da un’idea di Roberto Gatti, il suo fondatore, proveniente da una famiglia di agricoltori e vignaioli dalla profonda esperienza e conoscenza delle pratiche vitivinicole e delle tecniche enologiche. Il territorio vanta una storia antichissima di coltivazione della vite, favorita da quelle condizioni climatiche e pedologiche particolarmente favorevoli che dall’epoca preistorica ad oggi hanno permesso la continuazione di questa attività.

Dagli anni Novanta il proprietario conduce la Cantina insieme a moglie e figli, arrivando nel tempo ad estenderla con vigneti che si collocano in ben 11 comuni della Franciacorta e facendosi aiutare da numerosi ed altrettanto appassionati collaboratori. Ferghettina, che prende il nome dal toponimo del mappale su cui insiste la sede aziendale, diviene così una delle aziende produttrici più note ed apprezzate.

Nel 2002 inizia la costruzione della sua sede ad Adro (BS); il luogo è incantevole e suggestivo: intorno si possono ammirare le lievi ondulazioni del suolo e il disegno unico dei filari. Le zone di accoglienza, di degustazione, gli spazi destinati agli eventi, oltre che gli uffici ed i locali produttivi, si concentrano in ambienti tradizionali, caldi ed ospitali. Terminata nel 2005, già nel 2016 necessita di un ampliamento significativo degli spazi produttivi, che viene naturalmente condotto in sintonia con il paesaggio circostante ma che deve anche tenere conto delle necessità funzionali legate alle attività che vi si compiono.

Vista dall'alto Ferghettina 2

Vengono così definiti nuovi ed ampi locali, al cui interno devono essere facilitate le lavorazioni previste e che esternamente devono adeguarsi tanto alle costruzioni inizialmente realizzate, quanto alla campagna circostante.

Il nuovo tetto degli ambienti produttivi

L’insieme dei nuovi corpi di fabbrica necessari all’azienda è ampio ed articolato; discosto dal nucleo originario, si compone di edifici attigui tra loro, la cui copertura è ascrivibile ai tetti a capanna o ai tetti a padiglione, con pendenze comuni (circa il 30% o poco meno).

Vista dall'alto Ferghettina 3

Formalmente questi nuovi edifici ripropongono forme e volumi della tradizione. Anche i materiali selezionati giocano un ruolo importante: le pareti vedono alternarsi la pietra – evidentemente disponibile storicamente in loco e divenuta “tipica” nelle partimentazioni murarie – all’intonaco, la cui colorazione gioca tra campiture uniformi e decori (negli sfondati, nelle fasce orizzontali), com’era in uso nei contesti rurali.

Facciata Cantina Ferghettina



Le nuove coperture presentano una struttura in legno lamellare; sull'orditura è presente un assito ligneo di partenza sul quale è stata posata una guaina adesiva 4 kg, particolarmente efficace nel suo ruolo di impermeabilizzazione. Composta da un’armatura in poliestere a filo continuo, è protetta in superficie da scaglie in ardesia che riducono l’assorbimento del calore e proteggono i vini che stanno nascendo.

coppo del borgo BMI wierer ferghettina

Tegola Coppo del Borgo - Cantina Ferghettina

La scelta della tegola e del sistema tetto

Poiché, come abbiamo sottolineato, le nuove esigenze in fase di progettazione del tetto devono coniugare bellezza a funzionalità, la Committenza ha selezionato la tegola di cemento Coppo del Borgo di BMI Wierer.

La mescolanza di due varianti di questa tegola, Roccantica fiammato e Striato cotto, rende ancora più suggestiva ed accattivante la superficie del manto.

Ricevi un esempio di relazione tecnica

Troverai esempi di stratigrafie, verifiche termo-idrometriche, dettagli costruttivi e schede tecniche dei materiali e degli accessori che compongono un fascicolo tecnico di BMI Expert.

Scarica la relazione tecnica del tetto

La tegola in cemento Coppo del Borgo è scelta ed apprezzata per la sua onda marcata e il profilo che riporta alla classicità del coppo italiano, tipicamente presente da sempre nell’ambito mediterraneo. Lo stesso profilo, inoltre, rende questo prodotto unico per la rapidità e facilità di posa: 7,5 pezzi al mq agevolano la realizzazione del manto e riducono sostanzialmente il peso al mq della copertura rispetto ad un tetto tradizionale.

Coppo del Borgo possiede, inoltre, una qualità unica: il corpo della tegola, nella sua consistenza materica e nello studio stratigrafico che se ne è fatto nei laboratori di ricerca e sviluppo di BMI Wierer, la rendono unica anche nelle performance; è infatti l’unica tegola garantita 50 anni in termini di impermeabilità all’acqua, resistenza ai cicli di gelo e disgelo e di resistenza al carico di rottura e flessione.

Dettaglio tetto Ferghettina coppo del borgo

Completano naturalmente il sistema le soluzioni che BMI Wierer propone in gronda e sul colmo; due parti delicate della copertura, che richiedono attenzione perché intervengono sia nel compito di raccogliere e smaltire l’acqua piovana, sia nell’aerazione del tetto.

Se guardiamo al passato molti stabilimenti produttivi, centrali idroelettriche, officine ed industrie, ma le stesse cantine storiche, sono state pensate per durare e lasciare un segno gradevole, se non qualitativo. Oggi dobbiamo ritornare a questo atteggiamento, affinché ogni testimonianza sul territorio sia piacevole. BMI Wierer ci dà una mano, in questo, con coperture durevoli, affidabili e belle.

Chiedi un supporto gratuito a BMI Expert

Se devi realizzare un progetto puoi chiedere un supporto tecnico al team di BMI Expert. Potrai confrontarti per definire la soluzione migliore per le tue esigenze di progettazione ricevendo anche un fascicolo tecnico.

bmi-per-professionisti

Leggi i nostri articoli

Cantina Rostagno progetto
Tegola Coppo Domus per la CANTINA ROSTAGNO

Il progetto di un tetto in legno: la cantina Rostagno

La realizzazione che vi raccontiamo si trova nelle colline Canavesane e rappresenta un bell’esempio di architettura che riunisce attività lavorativa e residenza a partire da una demolizione con ricostruzione ed ampliamento di un antico edificio. Una realizzazione che concilia sogni, necessità abitative e produttive e rispetto per il luogo.
6 ottobre 2021
Scopri di più
Cover Roofing Stories Luzzi
Un tetto realizzato in 15 giorni grazie ai pannelli Isotegola Evolution su struttura metallica

Un tetto realizzato in 15 giorni grazie ai pannelli Isotegola Evolution su struttura metallica

La copertura di questa moderna villa di nuova costruzione abbina una struttura in tralicci di acciaio a pannelli termoisolanti sagomati con incavi per l’alloggiamento dei listelli così da ridurre i tempi di posa delle tegole.
Scopri di più