Lasciati ispirare

Rifacimento del tetto: guida ai bonus e detrazioni

Stai pensando di rifare il tetto e vorresti godere delle detrazioni proposte dallo Stato per migliorare la vivibilità della tua casa, risparmiando? Ecco una piccola guida sulla tipologia di agevolazioni che riguardano le coperture.
Scarica come pdf
Bonus detrazioni guida

I bonus che riguardano interventi sul tetto

Il mondo delle detrazioni sta diventando sempre più complesso e soprattutto è in continua evoluzione; per questo è necessario informarsi bene oltre che affidarsi a professionisti seri che possano orientarci in termini giuridici, fiscali, tecnici e termotecnici. 
A parità di contesto, è possibile accedere a più detrazioni:

  1. Ecobonus 
    La detrazione riconosciuta per i lavori di riqualificazione energetica effettuati sia su edifici singoli, sia su condomini; varia dal 50% al 65%, fino ad arrivare al 75% per i condomini, ed è tesa a ridurre i consumi energetici.
  2. Superbonus
    In aggiunta all’Ecobonus sopra indicato, è un’agevolazione prevista quest’anno per specifici lavori di efficientamento energetico sul patrimonio esistente ed eleva al 110% l’aliquota di detrazione. E’ legata a specifiche condizioni e prevede formule quali lo sconto in fattura e la cessione del credito. 
  3. Super sismabonus
    Anch’esso legato al Decreto Rilancio entrato in vigore nel maggio 2020, si affianca al precedente Sisma bonus ordinario, prevedendo detrazioni al 110% senza premialità (con il Sismabonus più si migliorava la sicurezza dell’edificio sotto il profilo strutturale e sismico, più elevato era il beneficio; con il Supersisma bonus non si fa più riferimento alla premialità in base al miglioramento nella classificazione sismica) ed è teso alla riduzione del rischio sismico del patrimonio edilizio nazionale
  4. Bonus ristrutturazioni
    E’ la detrazione fiscale del 50% per i contribuenti che realizzano lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria nei singoli edifici o nei condomini.
  5. Bonus verde
    La detrazione al 36% per i lavori di ristrutturazione di giardini, balconi e terrazzi che portino alla sistemazione ex novo o  al rinnovo dell’esistente. Il verde in copertura rientra certamente in questa detrazione, se il tetto da semplice copertura piana diviene uno spazio verde.
         
Scarica la guida ai bonus 2021

Quali interventi beneficiano di bonus e detrazioni

Gli interventi in copertura che possono essere eseguiti con bonus sono diversi.
A titolo di esempio gli interventi più frequenti sono i seguenti:

  • Coibentazioni del tetto di casa
    Se il sottotetto è già da ora una mansarda abitata o il sottotetto esistente è riscaldato in qualche modo, è possibile migliorare il comfort interno, sia in estate sia in inverno, e ridurre drasticamente le spese energetiche attraverso la sostituzione del “sistema tetto” esistente - probabilmente poco funzionale - e prevedere una stratigrafia interagente e ventilata performante.
    In funzione dei materiali scelti, del loro dimensionamento e della loro interazione sarà possibile godere di una o più detrazioni sopra citate.
    Ogni caso è a se stante: per questo confrontatevi con il vostro progettista per valutare la soluzione più conveniente e  funzionale.
  • La ristrutturazione del tetto di casa
    La ristrutturazione del tetto è una delle operazioni più comuni, quando si pensa alla propria casa. Fortunatamente, vista la sua rilevanza sia in termini logistici, sia economici, non è un intervento che si deve compiere frequentemente: generalmente, specie se le cose sono fatte bene, è necessario agire sul tetto con lavorazioni consistenti ogni 40-50 anni. Ma quando è il momento, bisogna operare con un buon progetto e maestranze qualificate.
    La ristrutturazione può prevedere il solo rifacimento del manto di copertura così come la ridefinizione di un sistema isolante: a seconda delle caratteristiche di quest’ultimo si potrà accedere a detrazioni fiscali differenti. Qualora particolari condizioni dimensionali o di destinazione non consentano un efficientamento energetico del tetto significativo, è tuttavia possibile accedere ai bonus ristrutturazione del 50%.    
  • Installazione fotovoltaico
    Uno dei principali interventi trainati previsto dal Decreto Rilancio, prevede proprio la realizzazione dell’impianto fotovoltaico, qualora sia combinato ad almeno uno dei tre maxi interventi previsti. Ciò vale sia sia per gli edifici singoli, sia per le parti comuni dei condomini e naturalmente prevede che l’impianto sia collegato alla rete elettrica. La copertura è sovente sede del sistema fotovoltaico: esistono sistemi a totale integrazione architettonica, particolarmente indicati qualora si voglia ridurne l’impatto estetico. 
  • Facciata e tetto
    Ovvero: la ridefinizione dell’involucro edilizio. Gli incentivi sono molteplici e i miglioramenti evidenti, sia sotto il profilo formale, sia funzionale. L’edificio potrà assumere un aspetto rinnovato e decisamente performante in termini energetici ed acustici, attraverso l’inserimento di cappotti e nuove stratigrafie in copertura. E i consumi scenderanno drasticamente. 
  • Il verde in copertura
    Quando il tetto è piano, poco o per nulla utilizzato, magari abbandonato e soggetto a degrado, perchè non migliorarne l’uso - specie oggi, costretti a casa per via del Covid - potendo disporre di uno spazio all’aperto per il relax, il gioco dei bimbi e le serate con gli amici (quando si ripotrà!)? La ridefinizione della stratigrafia isolata piana e l’inserimento del verde consentiranno di accrescere il comfort nei locali abitativi sottostanti e di disporre di uno spazio più bello e sano, che mitiga l’azione del clima ed isola ulteriormente i locali sottostanti. E anche in questo caso potendo beneficiare di detrazioni fiscali.

Scarica la guida ai bonus 2021

Quanto è importante la scelta dei materiali per ottenere i bonus e le detrazioni

E’ bene ricordare che, ai fini delle detrazioni fiscali, i materiali isolanti devono raggiungere determinati livelli di performance e, nel caso dei Superbonus 110%, rispettare i CAM (Criteri Ambientali Minimi). 

Tutti i sistemi isolanti BMI ad esempio soddisfano queste esigenze, contribuendo a difendere il pianeta.  Per quanto concerne il sistema fotovoltaico, altro prodotto che rientra nei Bonus, Indax di BMI può rappresentare la soluzione più indicata per chi cerca una fonte rinnovabile completamente integrata nel manto di copertura, quindi stabile, impermeabile e meno impattante sotto il profilo estetico.  

Nella fase di ricerca dei materiali, per ottenere i bonus e le detrazioni, è importante identificare materiali e soluzioni di stratigrafia adeguati per il proprio tipo di tetto: tegole e coppi di diversa natura e forma, materiali impermeabilizzanti ed isolanti ad elevata prestazionalità, prodotti per risolvere ogni singolo nodo puntuale, sia su tetto piano, sia a falde. 
I materiali, inoltre, sono coperti da una garanzia almeno trentennale, sinonimo di durabilità ed efficienza.

I servizi che ti aiutano a comprendere quale scelta fare

BMI può aiutarti a scegliere i prodotti ed i sistemi più efficaci, oltre che sostenibili.