Lasciati ispirare

Il preventivo per ristrutturare un tetto: 10 punti da valutare

Il rifacimento del tetto è il tipico intervento da prevedere nella vita utile di un edificio ed una delle principali preoccupazioni quando si acquista una nuova abitazione. Vediamo quando è necessario pensare alla ristrutturazione del proprio tetto e quali informazioni servono per ottenere il miglior preventivo possibile.
Scarica come pdf
preventivo-ristrutturazione-tetto

Il preventivo per ristrutturare un tetto: quando come e cosa chiedere

Per comprendere il miglior intervento da richiedere è importante conoscere come è composto un tetto, ovvero la sua stratigrafia. Partendo dall’ambiente esterno, dirigendoci verso la struttura portante, avremo:

 

  • il manto: tegole e/o coppi con relativi pezzi speciali coordinati (tegole di aerazione, paraneve, colmi, elementi funzionali alla gronda ed il colmo, mezze tegole…);
  • membrana di impermeabilizzazione secondaria, talvolta indispensabile si sceglie una certa tipologia di tegola con certe pendenze;
  • strato di isolamento termico ed acustico
  • membrana impermeabilizzante posta sulla struttura
  • struttura della copertura (in laterocemento, in legno, metallica…);
  • elementi accessori (finestre da tetto, comignoli, sfiati…)
  • dispositivi anticaduta
  • eventuali fonti rinnovabili (sistemi fotovoltaici, solari termici).

 

Richiedi un preventivo per ristrutturate tetto

 

La copertura nel suo complesso è quindi realizzata pensando a differenti strati, tutti ugualmente importanti nel concorrere alla sua efficienza e funzionalità.
Pertanto possiamo affermare che gli interventi sul tetto diventano necessari quando la copertura è vetusta, quando il manto risulta instabile e anche solo parzialmente smosso e/o quando la struttura presenta evidenti segni di ammaloramento (marcescenza, rottura degli elementi portanti,  cedimenti…) oppure risulta essere staticamente inadeguata.
A volte l’intervento è più contenuto e riguarda esclusivamente il manto, che può necessitare di nuove tegole/coppi e dei relativi pezzi speciali che ne accrescono la funzionalità (nelle parti in gronda, sui colmi, nei compluvi, nei punti critici…): in questi casi si parla di sostituzione del manto, tesa a scongiurare i pericoli di infiltrazione ed a migliorare la qualità estetica del tetto.
Poiché una copertura efficiente anche sotto il profilo termico ed acustico oggi diventa sempre più importante, ecco che l’intervento da prevedere è più complesso ed ha a che fare con l’intero “sistema tetto”: in questo caso si parla di rifacimento della copertura, che agisce su tutti i suoi componenti stratigrafici, rendendo il manufatto più durevole nel tempo, migliorando l’efficienza energetica dell’intero edificio, riducendo costi e dispersioni e migliorando la qualità abitativa.

 

Quali informazioni raccogliere prima di chiedere un preventivo

In qualità di Committente, si devono fornire delle informazioni utili a chi dovrà operare sia progettualmente, sia a livello esecutivo.

 

  1. In quale contesto ci si trova: in quale zona geografica? In città o in un contesto rurale o in una località marina? Si dispone di spazio intorno o si è immersi in un centro storico?
  2. Cosa caratterizza l’ambito di intervento: sono presenti l’energia elettrica e l’acqua? La gru, se necessaria, arriva agevolmente? E’ possibile montare il ponteggio o sono presenti problemi di vicinato od ancora si deve chiedere l’occupazione di suolo pubblico all’Amministrazione Comunale?
  3. Si ha notizia di eventuali vincoli? Verificate che se ne occupi il progettista attraverso indagini accurate, poiché la presenza di prescrizioni paesaggistiche e/o architettoniche potrebbe dar luogo a ragionamenti e scelte differenti.
  4. Quale tipo di copertura è presente allo stato attuale? La struttura preesistente è lignea o in laterocemento? In che stato si trova? Sono presenti infiltrazioni? Il tetto è stabile od è sfondato in più punti? Quale genere di geometria caratterizza la copertura: è un tetto semplice o complesso, con abbaini, cambi di pendenze e dislivelli?
  5. Quali ambienti sottostanti coprirà la copertura? Al di sotto sarà presente una mansarda abitata e spazi vivibili o ambienti “freddi”?
  6. Quale livello di performance energetica si vuole conferire alla copertura? Si desidera un comfort indoor elevato, spendere poco in bolletta e tutelare l’ambiente? Oppure è sufficiente definire una copertura che consenta semplicemente di accedere alle detrazioni fiscali? Oppure è necessario solo ridefinire il manto?
  7. Sono presenti particolari rischi per chi vi lavorerà? E’ bene ricordare che la sicurezza parte dalle informazioni preliminari.
  8. Quali soluzioni estetiche si prevedono per il manto di copertura? Del tutto analoghe al preesistente (ad esempio nel caso di tetti tradizionali in centro storico) o totalmente differenti, per evidenziare il nuovo valore formale dell’edificio?
  9. Infine: si deve completare il tetto con i dispositivi anticaduta perché sono presenti disposizioni regionali in merito (che impongono di risolvere questo aspetto qualora si intervenga anche su parti strutturali) oppure perché per sensibilità personale si desidera tutelare e mettere in sicurezza chi accederà sulla copertura?

Tutti questi aspetti sono prioritari e vanno trasferiti al progettista ed all’impresa esecutrice. Naturalmente dovrà seguire necessariamente un sopralluogo da parte dei soggetti interessati, per analizzare direttamente le problematiche specifiche e dar luogo a soluzioni ad hoc.

 

Scarica la checklist per chiedere un preventivo

A chi chiedere un preventivo di ristrutturazione e/o rifacimento del tetto

Occorre innanzitutto distinguere tra due casi comuni: la copertura riguarda un’abitazione “singola” (mono/bifamiliare) o siamo in un condominio?
Il processo decisionale, naturalmente, sarà più semplice nel primo caso, mentre riguarderà l’assemblea dei condomini nel secondo caso.
Sarà tuttavia necessario confrontarsi con due figure: 

  • quella di un tecnico abilitato alla redazione delle varie istanze presso gli Uffici tecnici locali e gli eventuali altri Enti preposti 
  • quella dell’impresa edile

Entrambe le figure vi suggeriranno le proposte tecniche ed esecutive che riterranno più adeguate, ma per collaborare con loro in modo costruttivo e consapevole è bene essere preparati e conoscere anticipatamente tutte le argomentazioni che potranno essere trattate. 
Per rispondere a questa esigenza un team di esperti BMI è a disposizione per servizi gratuiti che possono aiutare il privato in questa fase di valutazione dell’intervento:

  • BMI EXPERT è un servizio consulenziale di progettazione che gratuitamente ti fornisce un Fascicolo tecnico studiato ad hoc proprio per il tuo tetto, venendo in aiuto al  tuo progettista ed alla tua impresa con indicazioni specifiche in funzione della normativa di riferimento.
  • ROOFPRO è la rete di installatori specializzati presente nella tua zona, a cui puoi rivolgerti per richiedere i preventivi. I posatori certificati RoofPro ben conoscono le soluzioni ed i materiali che BMI mette loro a disposizione e sono formati per consegnarti un tetto eseguito alla regola dell’arte e garantito nel tempo. 
 

Scopri i nostri servizi

TROVA UN INSTALLATORE
BMI RoofPro: il servizio di installatori certificati

La rete di impresari specializzati presente nella tua zona, a cui puoi rivolgerti per richiedere i preventivi.

Servizi BMI per professionisti
BMI Expert

Una consulenza gratuita da parte di un esperto BMI per la progettazione del tetto