Lasciati ispirare

Tetti e maltempo

Come difendersi dai cambiamenti climatici pensando alla nostra abitazione: scegliere la giusta tipologia di tegole per assicurare una maggiore resistenza
Scarica come pdf

Fenomeni meteorologici e danni alle costruzioni

Negli ultimi anni la nostra penisola è sempre più percorsa da una instabilità meteorologica che vede l’alternanza di giornate torride a violenti nubifragi e grandinate, con sbalzi termici significativi.

Abbiamo visto immagini di fiumi di acqua e ghiaccio, vetri delle auto rotti, alberi secolari abbattuti, litorali devastati.

Il primo pensiero va all’incolumità delle persone: il maltempo ha, infatti, mietuto alcune vittime.

In secondo luogo ci si occupa dei danni: traffico in tilt e mancanza di elettricità. Il settore agricolo di talune regioni è stato il primo ad essere colpito, con campi devastati ed il rischio di raccolti scarsi. Inoltre, conseguenze in termini idrogeologici con piene e rischi di esondazioni di bacini e corsi d’acqua.

In condizioni di questo genere è naturale che le cantine si allaghino e qualche tetto si scoperchi.

Le coperture sono la componente architettonica maggiormente esposta agli agenti atmosferici e il manto costituisce la parte più a rischio.

Innumerevoli i casi di tegole volate via o danneggiate dalla furia della grandine, di alberi e rami rotti caduti rovinosamente sui fabbricati.

Maggiore stabilità con le tegole in cemento

Le tegole in cemento sono caratterizzate da piccoli elementi che si posano assicurando sin dall’origine la stabilità del manto. Queste tegole sono dotate di dentelli d’aggancio, incastri laterali e, all’occorrenza, possono essere fissate in modo da rimanere stabili e pertanto garantire l’incolumità degli abitanti ed un rischio contenuto rispetto alle infiltrazioni causate dalla rottura o dallo spostamento incontrollato della tegola stessa.

La classica copertura realizzata con piccoli elementi (e non con pannellature ampie) presenta molteplici vantaggi; tra essi:

  • segue regole di posa conosciute, applicate da secoli
  • in caso di problematiche, consente di agire localmente, rinvenendo facilmente la rottura o lo spostamento ed operando su un numero ristretto di elementi
  • non determina i pericolosi “effetti vela” che sradicano le coperture più ampie e le scaraventano a distanza, creando pericolo per le persone e possibili danni agli oggetti circostanti.

Le tegole cementizie BMI Wierer sono pensate per resistere a tutte le condizioni climatiche e ad elevate sollecitazioni meccaniche e presentano superfici multilayer, ovvero differenti strati materici uniti saldamente tra loro per resistere e proteggere la tegola dagli effetti del tempo e dagli agenti atmosferici.

Per questo le tegole in cemento BMI Wierer sono coperte da una garanzia trentennale, se non cinquantennale, in funzione del modello di tegola scelta.

L’inserimento, inoltre, di adeguati materiali realizzanti l’impermeabilizzazione secondaria (teli e membrane adeguate), costituirà un ulteriore strato impenetrabile all’acqua e proteggerà la struttura sottostante del tetto, garantendone la durevolezza.

Pensiamo ad un tetto in tegole cementizie: la nostra copertura sarà più resistente.

Ti potrebbero interessare...