Lasciati ispirare

I parametri che guidano la scelta del colore e della trama di un tetto

Quanta personalità esprime un tetto! La forma di una copertura, i volumi che definisce ed i materiali che la realizzano contribuiscono a dare all’edificio un carattere piuttosto che un altro.
Scarica come pdf

Come fare la scelta giusta

La scelta del colore e della trama del tetto va fatta in funzione di:

  • Il paesaggio circostante: la scelta sarà differente a seconda che ci si trovi in ambito urbano o campagna, in un contesto storico o in una nuova periferia urbana
  • L’architettura dell’edificioSe la nostra costruzione si richiamerà a modelli ispirati alla tradizione, anche la scelta dei colori potrà richiamarsi a colorazioni più neutre, che si ispirano alle terre locali. Se invece vogliamo costruire un edificio contemporaneo potremo scegliere colori più decisi, anche di contrasto, in grado di sottolineare alcuni tratti significativi
  • L’accostamento con i materiali che realizzano l’edificio. Vien da sé che il colore delle tegole dovrà essere in linea con le tinte che individuate per le pareti perimetrali o il colore degli infissi
  • Il confronto con gli edifici attigui. È certamente utile compiere un bel giro nei luoghi in cui andiamo ad operare: nella scelta del tetto possiamo uniformarci o sganciarci da quel che vediamo intorno a noi
  • Le “illusioni ottiche”. È interessante tenere conto degli effetti ottici creati da un materiale piuttosto che altri. Le colorazioni scure tendono infatti a “rimpicciolire”, mentre quelle chiare “dilatano” i volumi. Anche la geometria del manto può determinare effetti di espansione o di contrazione delle superfici: talvolta i giunti tra le tegole creano delle diagonali che danno un senso dinamico, altri sistemi di posa invece conferiscono un carattere più statico
  • Le antichizzazioni. Le differenti finiture di cui oggi disponiamo conferiscono un’immagine profondamente diversa al nostro tetto. Lo rendono ora armonico rispetto a certi paesaggi di campagna, ora adatto ai borghi urbani o ai nostri centri storici
 

Valutare diversi campioni

  • Può essere interessante valutare differenti campioni di tegole ed immaginare l’edificio con un tipo o con un altro, facendo delle simulazioni 
  •  Consideriamo sempre che il materiale con cui sarà realizzato il nostro tetto darà luogo a effetti differenti: 
  1. Se vogliamo un edificio tradizionale, osserviamo quali colori sono presenti storicamente. Il rosso “mattone” è tipico del nord Italia, tende ad una colorazione più rosata verso il centro, ingiallisce al sud
  2.  Altre colorazioni che tendono al marrone “testa di moro” ci riportano alle scandole in legno, tipiche di altre zone
  3. Ma è tradizionale anche la colorazione grigia. Si richiama alla beola, all’ardesia di alcune zone montane
  • Ricordiamo che si ha una grande differenza, in termini percettivi quando optiamo per un colore omogeneo, che conferisce un aspetto “monocromatico” alla nostra casa e questo è particolarmente adatto se stiamo realizzando un edificio contemporaneo
  •  Le differenti finiture di cui oggi disponiamo conferiscono un’immagine profondamente diversa al nostro tetto. Lo rendono ora armonico rispetto a certi paesaggi di campagna, ora adatto ai borghi urbani o ai nostri centri storici
 

 

Ti potrebbero interessare...